Mozilla Thunderbird installato su Debian

thunderbird

Visto che ho modificato il browser per navigare su Internet, credo che proverò a modificare anche il gestore di posta elettronica… Effettivamente mi sono abituata a Thunderbird e voglio vedere se questa seconda installazione sarà più veloce…

Sono andata sul sito di Mozilla, ho scaricato Thunderbird, scompattato il file questa volta direttamente sul desktop.

Poi ho aperto la shell e do il comando sudo. Ho digitato il comando di copy tutta la cartella dal desktop alla cartella usr/lib.

Verifico che la copia sia andata bene. Vado nella cartella usr/lib e verifico con il comando dir tutte le cartelle presenti e trovo anche la cartella di Thunderbird. Poi torno indietro con il comando cd .. e vado a fare il link del programma nella cartella usr/bin.

Cartella copiata, ora lancio dalla shell thunderbird e mi parte il programma.

Installazione eseguita con successo. Ora aggiorno anche il menu, che si trova nella barra dei menu, Sistem – Main Menu e clicco sull’icona Internet. Mi si apre a destra un menu con tutte le voci elencate sotto Internet e poi ho un pulsante New Item con un più. Va cliccato quello e si apre una pop up dove vado a scrivere Name: Mozilla Thunderbird e Command: thunderbird. Ora ho aggiunto la mia nuove voce e così posso aprire l’applicazione anche dalla barra dei menu.

Tempo impiegato per questa seconda installazione 45 minuti… molto meglio della prima installazione.

Visto che questa volta non mi sono stressata non vado a preparare nessun dolcetto… peccato…

Annunci

Mozilla Firefox installato su Debian

firefox

Debian è un software libero, pubblicato con una licenza che permette a chiunque di utilizzarlo, incoraggiandone lo studio, le modifiche e la redistribuzione. La licenza d’uso del software libero permette di:

  • eseguire il programma per qualsiasi scopo;
  • accedere alla struttura interna del programma (codice sorgente), studiarla ed eventualmente modificarla;
  • ridistribuirlo in un numero di copie illimitato.

La definizione è stata ripresa da Wikipedia per non incorrere in errori di interpretazione.

Debian viene fornito con una serie di programmi al suo interno e il browser per navigare su internet si chiama IceWeasel. Io ho deciso di installare Mozilla Firefox come browser di Internet e quindi adesso vediamo cosa comporterà questa scelta.

Per prima cosa ho usato il primo browser per scaricare il file di Mozilla Firefox che è stato scaricato direttamente nella cartella Download. Poi il file va scompattato e io ho scelto di farlo nella stessa cartella. Poi ho spostato fisicamente la cartella sul desktop per avere a portata di mano il file e per sapere precisamente il percorso da fare. In questa prima fase ho usato direttamente il mouse e non ho incontrato alcuna difficoltà.

Il problema subentra ora perchè qui cominciano le prime differenze con Windows, non puoi cliccare sul file, far partire un eseguibile e il gioco è fatto. No, putroppo vanno effettuati dei passaggi diversi:

  1. Va identificata la cartella dove sono presenti i file dei programmi e va spostata tutta la cartella del nuovo programma scaricato.
  2. Va aperta la shell per scrivere due righe di comando. Il comando per copiare è cp -r perchè devi copiarti tutti i file presenti comprese le sottocartelle.
  3. Devi essere root. Eh?!! Che è mo sto root?! Per entrare nelle cartelle di sistema non puoi essere un pippo qualsiasi ma devi essere il capo, quindi devi andarti ad identificare per avere accesso a tali cartelle.

Ok. Ora il problema che io ho riscontrato come casalinga che sta utiizzando Linux è che da una parte vogliono diffondere un software anche per casa e dall’altra nascondono le istruzioni d’uso, oppure se le rendono accessibili meglio ancora parlano un linguaggio solo per informatici :-(. Non è stato facile ma alla fine ho capito che dovevo digitare: sudo su e poi mi veniva richiesta la password di root.

E’ come se io volessi descrivere come fare i muffin e vi dicessi solo la lista degli ingredienti senza descrivere passo passo come cucinare il dolce… vorrei proprio vedere se riuscireste a farlo…

Alla fine però ho avuto accesso a root, ho digitato il percorso della cartella da dove si trova a dove volevo spostare la cartella e ce l’ho fatta. Copia della cartella effettuata con successo. Che sudore freddo…

Mo parte? Magari… no, adesso devo creare un link virtuale a questo nuovo programma… E va bene, cerchiamo questo altro comando… Ok. Questo nuovo comando e: ln -s /usr/lib/firefox/firefox /usr/bin/firefox. Ora vado a digitare firefox nella shell e … mi parte IceWeasel. 😦

Non capisco, eppure ho digitato tutti i comandi bene, la cartella c’è, ma perchè non parte? Ecco che mi metto alla ricerca di qualcuno che è incampatto nello stesso mio problema… parrebbe che l’installazione fosse corretta ma il puntamento non era aggiornato. Veniva consigliato di rimuovere il collegamento con rm /usr/bin/firefox  e poi di riinserire nuovamente il comando.

Ok. Fatto. Poi sulla shell ho lanciato nuovamente firefox e paf è partito… UAO!!! Sono stata proprio brava… Ci ho messo solo 5 ore, ma ce l’ho fatta… Come non ho finito? Ah si, devo andare anche nella barra dei menu, e scrivere un nuovo menu aggiungendo la scritta Mozilla Firefox, ma questo è stato facile facile….

Adesso basta… dopo tutte queste ore vado ai miei fornelli e mi rilasso a cucinare i muffin… vorrei postare la foto, ma non vorrei che questo blog fosse scambiato per un blog di ricette!

Interfaccia grafica o Shell

debian

Per ora ho deciso di partire con Debian ed installare anche la parte di interfaccia grafica.

L’altra opzione che avevo era di lavorare direttamente con la Shell cioè un programma che permette all’uomo di comunicare direttamentere con il computer. Questa comunicazione avviene tramite delle stringhe di testo digitate sulla tastiera che permettono all’utente di entrare direttamente sulla configurazione del sistema. Avendo scelto l’interfaccia grafica dovrò aprire un emulatore di terminale per usare la shell dei comandi. L’emulatore è presente nel menu ed è un’icona che rappresenta uno schermo nero. Insieme a questa informazione dobbiamo cercare anche un manuale on line che ci aiuti sui comandi da digitare.

Io mi sono avvalsa dell’aiuto di: http://guide.debianizzati.org e di un po’ di blog e forum.

Ora ritornando alla descrizione del mio primo approccio a Debian, debbo dire che come sono arrivata sul desktop grazie alla presenza dell’interfaccia grafica mi sono sentita più a mio agio e personalmente avendo lavorato con Mac per tanti anni mi sono sentita a casa.

Dal menu Applications si possono esplorare tutti i vari software installati di default che possono aiutarci nella vita di tutti i giorni. Possiamo trovare il file per scrivere testi, il foglio di calcolo, per fare una presentazione, qualcosa per fare un po’ di grafica, fotoritocco, c’è il browser per navigare su Internet, la posta elettronica, diciamo che per un uso “normale” e quotidiano del pc possiamo avere tanti programmi, che ci affiancano e ci aiutano. Ora fino a questo momento non ho riscontrato grandi difficoltà nel gestire questo nuovo sistema operativo.

Più avanti voglio spulciarmi bene i software che dà di default e vedere cosa ci posso fare, ma per ora volevo iniziare a complicarmi un po’ la vita installando il primo programma.

Io normalmente uso Firefox per navigare su Internet, ma qui su Debian viende dato di default IceWeasel.

Domanda: cosa devo fare per modificare il mio browser di Internet?

Perchè Debian …

Debian, Ubuntu, Fedora

Debian, Ubuntu, Fedora, Red Hat, Suse

Non sto qui a parlare di cos’è Linux, di cosa fa e delle sue potenzialità. Ci sono tonnellate di materiale già sulla rete. In italiano, in inglese, per principianti e per esperti, e una casalinga non può certo parlare di Linux. Però il pinguino mi piace anche se sono alle prime armi so che qualcosa insieme possiamo fare.

Per esempio per prima cosa devo installare qualcosa. Ma che cosa? E pure lì tante domande: Centos? Ubuntu? Debian? Fedora? Suse? Red Hat? Ma quante sono tutte queste distribuzioni …

Alla fine dopo aver trascorso giorni e giorni a capire da che parte iniziare mi capita tra le mani un CD di Debian installazione, e così ho scelto Debian.

Leggendo su Wikipedia, il nome Debian deriva dall’unione del nome del fondatore del progetto, Ian Murdock, con le prime tre lettere del nome della sua ex moglie, Debra.

Per l’installazione non ho incontrato grandi difficoltà anche perchè ho deciso di dedicare direttamente un pc, e avere su un altro pc Windows. Vedremo in seguito se è stata una giusta scelta.

Perchè Linux ….

Ciao, mi chiamo Maria Celano. Da quasi un anno ho lasciato l’Italia.

Ho più di 10 anni di esperienza nel settore grafico, marketing e comunicazione. Dapprima come programmatore, grafico, poi con una mia agenzia grafica, e per finire gli ultimi 5 anni come venditore e rapporto con i clienti per una società di grafica e stampa digitale. So usare tutti i programmi di grafica, so usare bene Windows e Mac, conosco qualche linguaggio di programmazione per i siti… qualcosa negli ultimi 10 anni ho fatto.

Poi ad agosto mollo l’Italia e con tutta la famiglia e casa a seguito, vengo a vivere a Brno, in Repubblica Ceca.

Perchè Linux…

Mi  trovo a dover affrontare due problemi da quando sono qui:

  1. la lingua inglese
  2. che lavoro cercare.

La lingua inglese la sto migliorando, la sto studiando, la sto praticando, per il lavoro la cosa è stata più drammatica. Cosa cerco? Qui a Brno vogliono tutte figure tecniche legate all’IT. Ma io vendevo grafica? So usare perfettamente Windows e Mac, Illustrator, Photoshop, ma non basta?

Ok. Ma io voglio lavorare. Non mi sento di fare solo la casalinga a 43 anni!!!

Ok. Vediamo un pò cosa posso studiare: LINUX, UNIX, ORACLE, SAP, JAVA, etc… che casino… senti da qualche parte dovrò iniziare…

Ambaraba cicci coccò….

E’ uscito … LINUX….

A 43 anni, casalinga da circa un anno, decido di studiare Linux.